Magazine di musica, cultura, arte, cinema, fumetti, hi-tech

REDAZIONE:
Carmine Aymone
Mario Gargiulo
Andrea Aymone
Diego Imperatore

Collaboratori:
Alessandro Pacella
Carlo Re
Sara Griesi
Mattia Mancini
Valentina Brasiello

Rock’n’roll can never die” cantava nel 1979 Neil Young nel brano “My my, hey hey (out of the blue)”, così come non può morire la nostra voglia di scrivere e raccontare storie di musica. Personalmente lo faccio ormai dal 1988 da ben 32 anni, non so se bene o male, ma sicuro con tanta passione ed entusiasmo (ricordo che il mio primo articolo sul quotidiano Il Giornale di Napoli commissionatomi da “The Chief” Alfredo d’Agnese, lo scrissi con in sottofondo un cd appena uscito: “… And Justice for All” dei Metallica). Una quindicina di anni fa, sempre spinti dall’entusiasmo e dall’amore per la musica in tutte le sue declinazioni, nacque il free music magazine Neròk dalle ceneri di un precedente e per noi glorioso e storico giornale, uno dei primi musicali on-line di tutt’Italia che veleggiò su tutti gli anni ’90, quelli del Seattle Sound e del Bristol Sound, di Jeff Buckley, del Brit Pop e delle nostre Posse e contaminazioni sudiste da “anime migranti”. Neròk in 5 anni di vita ha provato a raccontare mode e tendenze musicali, presentato e recensito dischi, narrato il rock, il blues, il soul etc. in appuntamenti monografici, consigliato concerti, libri, dvd, ascoltato demo tape, organizzato premi, rassegne musicali, contest, intervistato oltre 150 artisti nazionali e internazionali (ricordo un pre live in backstage con B. B. King, una pizza con Ian Paice dei Deep Purple a Porta San Gennaro a Napoli, una birra con Tony Hadley degli Spandau Ballet, una salita in funicolare con Tony Levin, una colazione con Don Moye e Roscoe Mitchell degli Art Ensemble of Chicago e un’altra con Ian Anderson dei Jethro Tull, una sigaretta con Daddy G e Tricky dei Massive Attack, un’intervista “rubata” a Michael Stipe dei REM al “Neapolis Festival” con Patty Smith come spettatrice, serate all’ “Afrakà Festival” di Lino Vairetti con lo scrittore, poeta, musicista, leader del Movimento per i diritti dei nativi americani, John Trudell, con Don Preston dei Mother of Invention di Frank Zappa, con i Wailers di Bob Marley, con John Wetton dei King Crimson, con gli Asia, con Steve Hackett, una litigata con il leggendario John Mayall nei giardini dell’Ospedale Militare e con il meno leggendario Scott Anderson in un locale a Caserta… e potrei continuare per ore). Poi una pausa… una lunga pausa durata 11 anni. Anni in cui in tanti mi/ci scrivevate e chiedevate di Neròk e di che fine avesse fatto e proprio spinti dal vostro ricordo mai sbiadito e dall’entusiasmo del mio grande amico e storico compagno di avventure professionali Mario Gargiulo (che come un partigiano ha fatto si che la cenere di quest’idea non si spegnesse del tutto), abbiamo deciso di rimettere la spina e riaccendere questa nostra piccola “factory” di warholiana memoria per divertirci e nel nostro piccolo fare un po’ di informazione musicale senza la pretesa di essere Rolling Stones Usa o Mojo.
“Rock’n’roll can never die”…buona lettura, buona Musica… buon Neròk!

Carmine AYMONE

Per info e comunicare con noi: