8 Dicembre 1980 / 8 dicembre 2020

Puoi dire che sono un sognatore, ma non sono il solo. Spero che ti unirai anche tu un giorno e che il mondo diventi uno…” (Imagine – John Lennon).


 

Abbiamo provato a immaginare la tua Nutopia, un mondo senza Paradiso, senza Inferni da temere…

Un mondo avvolto in una calda coperta di Cielo, senza paesi, barriere, confini, religioni …

Niente per cui uccidere e morire”/ “Nothing to kill or die for”.

Un posto senza possessi, avidità e rabbia…

Abbiamo provato a immaginare, abbiamo provato a sognare un Sogno…

Qualcuno ha scritto che “il Sogno è l’unità di misura della gioia e della realizzazione”.

Ci etichettano con troppa leggerezza Sognatori, e lo fanno nascondendosi dietro presuntuosi sorrisetti solo perché proviamo a riempiere il Cielo di fiammelle per poterci riscaldare, con meno certezze questo sì, ma forse con più colore e serenità.

Siamo migliaia e migliaia di Sognatori che oggi, dopo 40 anni, continuano a nutrirsi del suo genio…

Le storie di tutti i giorni ci spaventano, la vita che ci aspetta ogni mattina ci spaventa, questo periodo da “fine del mondo” soffocato tra guerre, pandemie, indifferenze e brutalità gratuita ci spaventa.

Non c’è un libretto di istruzioni per la vita, ma fa parte del Sogno e proprio per questo fortunatamente non è immutabile.

E non bastano bugie, pallottole e carnefici ad allontanare la nostra calda coperta di Cielo e a farci cambiare idea.

Noi continuiamo a “Sognare il nostro Sogno”… per esserci.

E lo facciamo fischiettando una sequenza di accordi che ha più o meno la nostra età e che dal La minore ci accompagna per mano, sotto quella calda coperta di Cielo.

Forever Nutopia.

Forever John ….


John Lennon
Imagine