Il nuovo “Cyr” degli Smashing Pumpkins

20 nuovi brani , un doppio disco per la band di Billy Corgan.

Cyr
Smashing Pumpkins
2020|Sumerian Records


1-The Colour Of Love
2-Confessions Of A Dopamine Addict
3-Cyr
4-Dulcet In E
5-Wrath
6-Ramona
7-Anno Satana
8-Birch Grove
9-Wyttch
10-Starrcraft
11-Purple Blood
12-Save Your Tears
13-Telegenix
14-Black Forest, Black Hills
15-Adrennalynne
16-Haunted
17-The Hidden Sun
18-Schaudenfreud
19-Tyger, Tyger
20-Minerva


CYR – The Smashing Pumpkins

Il 27 Novembre è stato rilasciato su tutte le piattaforme digitali, così come su CD e vinile, “Cyr“, l’undicesimo album in studio dei The Smashing Pumpkins, band americana del cantante e chitarrista Billy Corgan. L’album ha avuto una gestazione di oltre un anno, ed è stato ampiamente anticipato sin dall’agosto 2020 da numerosi singoli e video (ben 10 in totale).

Il disco, interamente scritto e prodotto dal leader, si collega direttamente al precedente del 2018, Shiny and Oh So Bright, Vol. 1, che era stato prodotto da Rick Rubin.
Quest’ultimo lavoro, Corgan ha deciso di produrlo da solo, così come tutte sue sono le 20 tracce in esso contenute.  Corgan canta, suona basso, chitarra, synth affiancato dagli storici Jimmy Chamberlin alla batteria, James Iha alla chitarra e da Jeff Schroeder alla seconda chitarra.

La vita è piena di contrasti e di aspetti contrastanti, di esperienze opposte. La vita può essere bellissima e orrenda, e io ne voglio esplorare tutte le dimensioni.”
Così Billy Corgan presenta il suo nuovo lavoro, che esce a nome degli Smashing Pumpkins, ma è un’opera interamente creata e voluta dal leader.

Le tracce sono interamente impregnate da una continua alternanza di atmosfere, suoni, approcci contrapposti tra loro una dicotomia sempre presente in tutti i dischi dei “Pumpkins” ma si nota la totale assenza. tranne nella canzone “Wyttch“, di riff  di chitarre in stile ‘grunge’ che è il sound che ha in parte reso famosa la band americana negli anni ’90 con gli album “Siamese Dreams“, lo storico “Mellon Collie and the Infinite Sadness” e “Adore” dove già si intravedevano spruzzi di synth e ritmi elettronici.
Cyr” è un disco dove i synth sono predominanti, lo stile delle 20 canzoni passano dalla new wave al dark-pop degli anni ’80; brani permeati di sequencer, drum machine, larghi piani melodici, cori femminili, linee di basso trascinanti, battiti di mani… e del solito individualismo del cantante di Chicago in grande spolvero con la sua voce inconfondibile.