News Aprile 2020

“Gloria, la “Seven Nation Army” dell’hockey.
Uno stadio di hockey e, contemporaneamente, due band come i Phish e i Vampire Weekend, che cantano in coro una canzone di Umberto Tozzi. È successo in America quando i St. Louis Blues hanno vinto la Stanley Cup, il campionato della NHL, la lega di hockey.
La canzone è “Gloria”, scritta dal cantante nel ’79 assieme a Giancarlo Bigazzi. Nell’82 venne portata al successo in America da Laura Branigan, tradotta da Jonathan King: arrivò in cima alle classifiche e ci rimase per ben 36 settimane.
Ma il revival del 2019 è diverso: più simile alla storia di “Seven Nation army”, diventata un inno delle squadre di calcio.
La storia è quella di una squadra di hockey che ha vinto un campionato contro ogni pronostico. All’inizio della stagione i St. Louis Blues erano la peggior squadra. Una sera, in questo periodo difficile, un giocatore dei Blues ha sentito “Gloria” in un bar a Filadelfia, mentre stava guardando una partita di football americano. Ha visto la gente ballare, e ha chiesto al DJ di metterla di nuovo. Così tornato a St. Louis ha pensato di proporre alla squadra di usarla come canzone per un’eventuale vittoria. I Blues hanno vinto la partita successiva, e usato la canzone ad ogni vittoria. Da lì in poi hanno continuato a vincere fino a terminare la stagione con il miglior record della lega. Sono arrivati prima ai playoff poi in finale, battendo i Boston Bruins in gara 7: il 12 giugno hanno vinto la prima Stanley Cup della loro storia. Sempre suonando “Gloria” a fine partita, diventato l’inno della squadra e un fenomeno virale a cui sono stati dedicati molti articoli in America. “Play Gloria!” era diventato il grido di battaglia dei Blues.
La sera della vittoria i Vampire Weekend suonavano a St. Louis. Per celebrare la vittoria hanno suonato “Gloria”.
La stessa sera anche i Phish suonavano a St Louis: la band di Trey Anastasio hanno suonato Gloria.
Vampire Weekend:St.Louis

Phis: St Loius
Phish-Gloria live in St. Louis


“The Lamb Lies Down On Broadway” è stato illustrato.
Il designer newyorchese Nathaniel Barlam ha illustrato l’intero album dei Genesis, “The Lamb Lies Down On Broadway”, doppio album pubblicato dalla formazione britannica nel 1974, l’ultimo con il cantante originale della band inglese Peter Gabriel.
Barlam non è nuovo a un lavoro di questo genere. Nel 2017, infatti, mise mano alla lunga suite – 23 minuti – “Supper’s Ready”, inclusa nel quarto album dei Genesis “Foxtrot”, pubblicato nel 1972.
Dice Barlam a Loudersound: “Lavorare su questi video è in parte il mio modo di ringraziare i musicisti il cui lavoro ha avuto un profondo impatto sulla mia vita e la mia speranza è che attraverso le mie illustrazioni sia possibile condividere queste canzoni con altre persone che non le hanno mai ascoltate prima. Voglio assolutamente continuare a realizzarli, ma si tratta di una questione di tempo e ispirazione. Dato che faccio queste cose nel tempo libero, nella mia testa devo essere sicuro per impegnarmi a iniziarne uno nuovo, ma una volta iniziato mi ci dedico fino alla fine.”
The Lamb Lies Down on Broadway Illustrated – Complete


GRANT-LEE PHILLIPS, ECCO IL NUOVO BRANO “LOWEST LOW”
Lo stesso cantautore americano ha pubblicato sulle piattaforme digitali e voluto presentarlo sul sito sito con le seguenti parole:
“Non molto tempo fa mi stavo preparando per un tour, preparandomi per Spagna, Francia, Belgio e Danimarca, dove avevo programmato di esibirmi questo mese. Tuttavia, era rapidamente evidente che stavamo per affrontare una crisi di proporzioni sconcertanti. Il tipo di perdita e di difficoltà che non possono essere espresse in semplici numeri.
Questo è il momento di lavorare insieme per il bene comune.
In questo periodo è giusto stare a casa, ma sotto il peso di tali pensieri, mi rivolgo alla musica, come ho sempre fatto. Mi connette alla mia anima. Oso dire che ci connette tutti tra noi. Ho una nuova canzone. Si chiama Lowest Low. L’ho scritta circa un anno fa durante un lungo volo per l’Italia dove mi sentivo veramente logoro. Ho dormito tutto il giorno, pregando che il riposo mi avrebbe ricarito. Ho iniziato a scrivere questa canzone, mettendo le parole ai miei sentimenti di vulnerabilità. Ho registrato la canzone lo scorso novembre, con il batterista Jay Bellerose, il bassista Jennifer Condos e Eric Heywood su pedal steel.”
Per ora ci dobbiamo accontentare, forse uscirà un album ma per ora non è in calendario.
Lowest Low


THE STROKES: Esce “The New Abnormal”
Dopo tante promesse, dopo tanti annunci, dopo tanti progetti collaterali, beh, alla fine, è arrivato il momento. Gli Strokes sono tornati e se il primo singolo (“At The Door”) ci ha spiazzato con i suoi synth, ecco che “Bed Decisions” ci riporta a suoni più familiari.
Stroke-Bad Decisions


 THE WARLOCKS: Esce “The Chain”
Nati nel 1998 dalla sagace mente musicale di Bobby Hecksher, dopo tanti anni e tanti cambi di formazione sono ancora qui a dispensare psycho-rock che prende ispirazione tanto dal passato ma che si colloca alla perfezione anche nel presente. Un concept album su due amanti rapinatori, un disco che promette chitarre rumorose, condite con le giuste dosi di tastiera, bassi potenti e ottimo groove.
THE WARLOCKS:  The Chain


Rimandata l’uscita dell’album dei SOPHIA
“Holding On/Letting Go” il nuovo album della band inglese doveva uscire il 24 aprile, ma è stato posticipato, insieme al tour promozionale al 21 agosto prossimo.
Di seguito la track Alive.
Sophia-Alive


“Stockholm City Blues”, il nuovo singolo di Mark Lanegan
Dopo aver pubblicato i singoli “Skeleton Key” e “Bleed All Over” , Mark Lanegan ha rilasciato un nuovo brano intitolato “Stockholm City Blues” tratto dall’imminente album “Straight Songs Of Sorrow” in uscita il prossimo 8 maggio su Heavenly Recordings. Canzone meditativa fatta di archi e fingerpicking che parla dei rimorsi provocati dalla dipendenza.

Killers, un’altra canzone dal nuovo album: ‘Blowback’
Il nuovo album dei Killers, “Imploding the Mirage”, non uscirà più a maggio, ma nel frattempo la band capitanata da Brandon Flowers sta regalando ai fan qualche anticipazione.La nuova anticipazione, che porta il titolo di “Blowback”, è arrivata attraverso This Morning della CBS, registrata, nello studio nello Utah della band, da Brandon Flowers e da Ronnie Vannucci Jr. Sempre per This Morning i due artisti hanno eseguito il singolo “Caution” e la cover di “The Waiting” di Tom Petty, che la formazione di Las Vegas aveva già suonato per ricordare il leader degli Heartbreakers dopo la sua scomparsa.
The Killers- Blowback